Il progetto punta allo sviluppo di un nuovo servizio finalizzato a favorire l’accesso ai beni culturali e le attività turistiche di persone con bisogni speciali.

Il numero di persone che, pur avendone desiderio e disponibilità, non viaggiano per timore di incontrare difficoltà è altissimo. Solo in Italia circa 6 milioni di potenziali viaggiatori presentano forme serie o lievi di disabilità, e,  considerando il progressivo invecchiamento della popolazione, si prospetta un loro rapido incremento nel tempo.

L’idea progettuale si fonda sul principio secondo cui la valutazione sulle reali condizioni di accessibilità e fruibilità di una destinazione deve essere affidata all’utilizzatore finale, il quale, conoscendo con esattezza le proprie caratteristiche, i propri bisogni, limiti e desideri, deve essere messo nelle condizioni di poter confrontare personalmente l’insieme delle sue esigenze con i parametri dell’offerta.

A tal fine, i proponenti realizzeranno e sperimenteranno un sistema informativo innovativo tecnologicamente avanzato, che consenta all’utente di vivere e verificare concretamente, già dalla fase di pianificazione della visita o del viaggio, le reali condizioni di accessibilità di un sistema di offerta turistica e culturale.

Il progetto parte da un’attività di R&S volta a identificare le esigenze speciali espresse da persone con diverse tipologie di disabilità, anziani, ecc. sulla base della logica dell’ICF (Int. Classification of Functioning, Disability & Health). Sugli aspetti critici emersi verrà posta particolarmente attenzione durante la successiva attività di mappatura delle strutture, infrastrutture e servizi che compongono il sistema di offerta culturale e turistica, che sarà svolta con l’utilizzo di una tecnologia di tipo StreetView di GoogleMaps appositamente studiata.

Annualità

2018 -2020
 

Obiettivi

L’obiettivo finale del progetto è la realizzazione di un servizio ICT (Information and Communications Technology) innovativo per l’accessibilità di siti e infrastrutture culturali e turistiche a persone con bisogni speciali.

Il servizio, multicanale, sarà accessibile attraverso dispositivi mobili e consentirà l’esecuzione di visite virtuali tridimensionali immersive a siti appositamente mappati in precedenza.

L’utente potrà proiettarsi all’interno di un museo, di un hotel, di un percorso stradale, ecc., per acquisire con facilità, precisione e immediatezza elementi di valutazione personalmente rilevanti affidabili e aggiornati, e verificare con certezza la possibilità di visitare tutte le stanze di un museo, vivere la camera d’albergo in autonomia, utilizzare un ascensore, percorrere una rampa, aprire un rubinetto, chiudere una finestra o accendere il climatizzatore, arrivare in spiaggia, verificare la presenza di panchine lungo un percorso a piedi o la presenza di personale qualificato di accoglienza in grado di capire e spiegare.

Inoltre il cliente potrà esprimere commenti e indicazioni che andranno a popolare e aggiornare un database che, elaborato e reso disponibile, avrà il duplice effetto di arricchire le informazioni rese all’ utenza e di stimolare i gestori di strutture ad adeguarsi alle esigenze manifestate dal target individuato interessante per il proprio posizionamento strategico e migliorare l’esperienza turistica di tutti.

 

Destinatari

Miur (Ente erogatore)
Persone con bisogni speciali (diverse tipologie di disabilità, anziani, ecc.)
Siti di cultura e turistici

 

Output di Ricerca

  • Creazione di un panel e di un blog per l’organizzazione e l’interazione con potenziali turisti con bisogni speciali.
  • Definizione di un quadro esigenziale di riferimento per tipologie di utenza, per il confronto con le reali condizioni dei centri di offerta turistica e per stabilire profili efficaci degli utenti del sistema.
  • Conoscenza del valore dell’informazione materiale e immateriale sui centri di offerta, necessaria per stabilire, da una parte, il rapporto tra le procedure adottate presso i centri di offerta e l’affidabilità delle analisi eseguite mediante GOFORIT e, dall’altra, i costi e benefici per i centri di offerta, particolarmente importanti per le strutture alberghiere. Sulla base di questi risultati, i altri centri di offerta potranno conoscere il valore potenziale di un eventuale ritorno economico, o il potenziale costo, derivanti dalla partecipazione all’iniziativa GOFORIT.
  • Definizioni e modelli per la PICT: risultati, fondamentali per il progetto, che definiscono, nel loro insieme, una produzione originale, specifica per le applicazioni previste, che non ha attualmente riscontro sul mercato.
  • Sistemi di sensori adatti per gli scopi di GOFORIT e tecnologie per la realtà virtuale immersiva
    adatte per utenti con bisogni speciali.
  • Piattaforma ICT GOFORIT: principale risultato del progetto, per la quale si prevedono 4 release successive.
  • Sistema di raccolta informazioni da fonti eterogenee;